Dovremmo essere orgogliosi della patria che abbiamo creato insieme

I sindaci di Ancarano, Pirano, Isola e Capodistria hanno celebrato la giornata della statualità con una cerimonia solenne. L’evento è stato organizzato con l’Auditorio Portorose, l'Orchestra Filarmonica Slovena sotto la direzione di Marc Angius e la violinista Anna Tiffu.

I comuni di Ancarano, Pirano, Isola e Capodistria anche quest’anno hanno organizzato insieme la celebrazione, che riflette il desiderio di collaborazione reciproca tra i comuni nel campo della politica locale a beneficio della regione. L’ubicazione territoriale, la storia condivisa, il bilinguismo e la vicinanza al mare rappresentano il filo conduttore dei comuni dell’Istria slovena, che non sono presenti altrove.  

La cerimonia coincide con l'anno di Tartini, quindi non è un caso che l'evento di questa sera sia stato arricchito da un concerto di musica classica dell'Orchestra Filarmonica Slovena sotto la direzione di Marc Angius e della violinista di fama mondiale Anna Tiffu.  

Orchestra Filarmonica Slovena. Foto: Jadran RusjanLa violinista Anna Tiffu. Foto: Jadran Rusjan


Il relatore d’onore, lo storico, dott. Jože Pirjevec. Foto: Jadran Rusjan  





Su invito dei sindaci, ha preso parte alla cerimonia solenne in veci di relatore d’onore, il dott. Jože Pirjevec che in questa occasione ha delineato criticamente il recente passato jugoslavo e sloveno dal punto di vista delle autorità, ma ha comunque sottolineato di rimanere fermo nella sua fede nel nostro popolo. "Gli sloveni sono al 16° posto in termini di eccellenza del sistema educativo. Siamo all’84° posto in termini di prodotto interno lordo medio, abbiamo il 100% di alfabetizzazione tra i giovani che si classificano tra i migliori risultati nelle verifiche internazionali del sapere. /.../ Ciò che è ancora più importante per me è il fatto che gli sloveni hanno una società civile, che si è espressa in modo estremamente eloquente nell'ultimo anno e mezzo".

Il sindaco del Comune di Pirano, in nome del coordinamento dei sindaci P.I.K.A., ha affermato di essere orgoglioso degli Istriani, perché nonostante l’attuale periodo che ci separa, troviamo sempre il modo di lavorare insieme e di re3stare uniti.   “Negli anni abbiamo dimostrato di saper collaborare con la comunità internazionale, competere sul mercato globale e contribuire al rispetto dei valori della pace e dei diritti umani. Abbiamo anche commesso molti errori, ma siamo abbastanza sicuri di se’ da ammetterli e correggerli. Possiamo essere orgogliosi della patria che abbiamo creato. La Slovenia è un paese sicuro e stabile, dinamico e orientato verso lo sviluppo e nel quale è piacevole vivere. L'abbiamo costruito insieme e solo insieme riusciremo a preservarlo". 

Il sindaco Gregor Strmčnik ha riassunto:
 "Sono molto felice che i comuni dell'Istria slovena abbiano tenuto ancora una volta una celebrazione congiunta in occasione della giornata della statualità, poiché è una delle conferme del rafforzamento della cooperazione e dell'unificazione degli sforzi dei sindaci istriani in vari campi. Nell’ambito del coordinamento P.I.K.A., abbiamo stabilito un punto di partenza eccezionale per l’ulteriore sviluppo dell’Istria slovena verso una provincia indipendente e abbiamo dimostrato alla Slovenia che, nonostante le nostre differenze, collaboriamo con successo in aree di interessi comuni e bisogni a beneficio di gli abitanti dell’Istria, pianifichiamo percorsi di successo verso obiettivi comuni".

Maggiori informazioni nel comunicato stampa dei quattro comuni istriani. Foto: Jadran Rusjan

I sindaci dell’Istria hanno celebrato insieme la giornata della statualità. Foto: Jadran Rusjan


Fotogalleria