Moderazione delle attività estive per il 2020 e l'aumento dei fondi per l'assistenza sociale

Durante la 9a seduta regolare del Consiglio comunale del Comune di Ancarano, sono stati adottati due decreti, il Decreto sulla ripartizione dei fondi per l'assistenza sociale e il Decreto sulla mitigazione delle conseguenze dell'epidemia COVID-19 e il primo bilancio di revisione per l'anno 2020.

Il primo bilancio di revisione del Comune di Ancarano per l’anno 2020 comprende le modifiche previste dai due decreti e le misure adottate dal Comune di Ancarano a seguito dell'epidemia di COVID-19.

I nuovi decreti prevedono l’aumento dei fondi destinati all’assistenza sociale e la mitigazione delle conseguenze dell'epidemia di COVID-19

Durante la 9a sessione ordinaria, i consiglieri comunali del Comune di Ancarano hanno adottato il Decreto sulla ripartizione dei fondi per l’assistenza sociale nel Comune di Ancarano. Tenendo conto delle persone socialmente più vulnerabili, il nuovo decreto sull'assegnazione dei fondi per l'assistenza sociale nel Comune di Ancarano, amplia il numero di possibili aiuti sociali e il numero delle volte che è possibile usufruirne. I contenuti del decreto sono adattati alle attuali necessità dei cittadini, per quanto riguarda i criteri d'assegnazione, il Centro per l'assistenza sociale potrà consultare il Comune di Ancarano per le specifiche circostanze di ogni singolo caso.

È stato approvato anche il Decreto sulla mitigazione delle conseguenze dell'epidemia Covid-19, preparato come parte integrante del primo pacchetto di misure per mitigare le conseguenze dell'epidemia di COVID-19, destinato ai cittadini e all'economia e adottato in conformità con le linee guida approvate dal consiglio comunale in data 31.3.2020. Il decreto determina la copertura dei fondi destinati al sostegno di emergenza, programmi di aiuto domiciliare supplementare, esenzione dal pagamento dei costi di istruzione prescolare, esenzione o esenzione parziale del pagamento di oneri, tasse comunali, indennità e affitti per immobili pubblici comunali. Nonostante le numerose misure adottate dal governo della Repubblica di Slovenia per mitigare le conseguenze dell'epidemia COVID-19, alcuni gruppi di cittadini risultano esserne più colpiti, e ciò può influire in modo significativo sulla loro attuale capacità di sostentamento. Inoltre, alcune istituzioni pubbliche che attualmente non sono autorizzate a svolgere le proprie attività, comportano costi che non possono essere sostenuti esclusivamente dagli utenti. Ci sono poi altri soggetti, che non sono in grado di svolgere le proprie attività a causa delle misure epidemiche e sono ancora gravati da alcune tasse comunali, che attualmente non sono in grado di pagare o non sarebbe giusto che vengano riscosse. Per questi motivi, il Comune di Ancarano, nell'ambito delle sue competenze, ha deciso di adottare ulteriori misure per mitigare le conseguenze dell'epidemia.

Primo assestamento di bilancio a causa dell'epidemia di COVID-19 e le misure per mitigarne le conseguenze

Di seguito, i consiglieri hanno approvato la proposta di Decreto del primo assestamento di bilancio del Comune di Ancarano per l’anno 2020, che comprende sia l’impatto finanziario dell'epidemia COVID-19 (riduzione prevista delle entrate derivanti dalla tassa di soggiorno, perdita del reddito da locazione, perdita di entrate derivanti dalle imposte di concessione per i giochi d’azzardo e la riduzione dei ricavi dalla vendita di beni e servizi a seguito dell'epidemia di COVID-19), come anche gli effetti finanziari a seguito dei nuovi decreti sull’assegnazione di fondi destinati all’assistenza sociale e del decreto sulla mitigazione delle conseguenze dell'epidemia di COVID-19. Secondo il primo assestamento di bilancio, le entrate di bilancio del comune per il 2020 saranno inferiori di 1.225.674,57 EUR rispetto alla situazione iniziale.

Un' estate 2020 più contenuta 

Dopo la prima fase di allentamento delle misure per prevenire la diffusione dell'epidemia di COVID-19, sono in prospettiva nuove misure di allentamento, nonostante ciò, le attività estive ad Ancarano quest’anno saranno un po’ diverse dal solito. Il Comune di Ancarano ha cercato di adattare il piano di lavoro di quest'anno alla situazione epidemica; la vita sociale e l’organizzazione degli eventi saranno contenuti.

Spiaggia Punta Grossa (foto: Manuel Kalman)I servizi di ristorazione comunali presso le zone balneari rimarranno chiusi fino al 30 giugno 2020. L’offerta nelle zone balneari, quest’estate sarà più modesta. Ci saranno meno raduni di persone – gli eventi culturali e sportivi, come tutti gli altri eventi saranno più contenuti. I tradizionali festival "Estate ad Ancarano" e "Dicembre ad Ancarano" sono stati cancellati, verrà presa in considerazione la possibilità che vengano realizzati in modo alternativo e su scala più contenuta, tenendo conto del futuro sviluppo, della durata e delle conseguenze dell'epidemia. Sono cancellati anche l’autobus estivo e la barca estiva, i parcheggi presso le zone balneari, muniti di sistema per la riscossione, saranno a pagamento. A causa del programma di lavoro ridotto di numerose associazioni, il cofinanziamento dei programmi delle associazioni in ambito sociale, culturale e sportivo e i programmi extrascolastici per i giovani verranno conseguentemente ridotti. I numeri di aprile e giugno della gazzetta comunale "Amfora", non verranno pubblicati, con l’obiettivo di tenere informati i cittadini durante il periodo di epidemia, viene invece pubblicata l’edizione straordinaria della gazzetta ‘’Abbiate cura della vostra salute!’’.

L'adozione del piano di sviluppo strategico comunale e la preparazione di tutta la documentazione di progettazione riferita al piano dei programmi di sviluppo del comune nel 2020, rimangono invariati e verranno realizzati come pianificato. 

 'epidemia ha lascia dietro di sé grandi cambiamenti nell’ambito della vita sociale ed economica, e sfortunatamente anche in quella della sicurezza economica e sociale. Per tale motivo, la prima preoccupazione del Comune di Ancarano nel 2020, è quella di aiutare i cittadini e gli altri gruppi delle fasce vulnerabili, continuando allo stesso tempo ad attuare in modo coerente le misure per arginare la diffusione dell'epidemia COVID-19.

Nella 9a seduta ordinaria del Consiglio comunale del Comune di Ancarano, tutte le delibere sono state approvate all'unanimità.


La seduta è stata realizzata in conformità con le raccomandazioni di sicurezza dell’ENSP: rispetto della distanza di sicurezza, disinfezione delle mani e delle superfici e uso delle mascherine protettive.