Dopo le festività del Primo Maggio, le amministrazioni comunali inizieranno gradualmente a ripristinare le proprie attività

Con l’allentamento delle misure governative dopo le festività del Primo Maggio, le amministrazioni comunali inizieranno gradualmente a ripristinare le proprie attività. Dal 13 marzo hanno lavorato a regime ridimensionato e senza contatti con il pubblico.

I sindaci dei Comuni di Pirano, Isola, Ancarano e del Comune Città di Capodistria hanno deciso che le amministrazioni comunali torneranno gradualmente alla normale operatività con il 4 maggio, mantenendo comunque un regime lavorativo conforme alle misure governative in vigore. Per tale motivo si chiede ai cittadini di continuare a risolvere le proprie pratiche via telefono o tramite posta elettronica. Con la graduale abolizione delle misure governative, nella fase successiva i comuni ripristineranno anche il contatto con il pubblico. 

Sono convinti che il ritorno alle abitudini sia un passo importante per tornare lentamente alla normalità, sarà però ancora necessario continuare a rispettate le misure per arginare la diffusione del coronavirus. Gli uffici protocollo saranno riaperti per i cittadini, per quanto riguarda i servizi invece si continueranno ad attuare le misure in vigore, come la protezione del viso con una mascherina o altra protezione simile e la disinfezione delle mani. Continuerà a restare in vigore il divieto di riunirsi e organizzare incontri con più persone contemporaneamente, in caso di questioni urgenti, durante tali incontri sarà necessario mantenere la distanza di sicurezza. 

I parcheggi nuovamente a pagamento 

Anche i servizi di gestione dei parcheggi pubblici verranno riattivati dopo le vacanze del Primo Maggio, per ripristinare il regime dei parcheggi a pagamento. I sindaci istriani hanno deciso di ripristinare il pagamento dei parcheggi dal 4 maggio in poi, decisione presa durante l'ultima Assemblea dell'Unione dei Comuni della Slovenia. 


I sindaci dell’Istria hanno adottato diverse misure per aiutare i cittadini

Fin dall’annuncio ufficiale di epidemia in Slovenia, i comuni istriani hanno agito di comune accordo attuando misure volte a contenere il più possibile la diffusione del coronavirus e fornire assistenza ai cittadini. Nelle ultime settimane sono state adottate una serie di misure volte a mitigare gli effetti dell'epidemia. Allo stesso tempo, i sindaci continuano a seguire ed attuare scrupolosamente le misure adottate dal governo della Repubblica di Slovenia e partecipano attivamente alla presentazione di nuove proposte di misure, volte ad aiutare il più possibile i cittadini e consentire l'avvio dell'economia al più presto.