Il bilancio di previsione del Comune di Ancarano per il 2022 orientato verso gli investimenti

Foto: businessessentials.com
Foto: businessessentials.com

Durante la 21a seduta ordinaria, il Consiglio comunale del ha adottato il Decreto sul bilancio di previsione per il 2022, ha preso visione del Programma d’investimento per il progetto Cimitero di Ancarano, ha dato il consenso per l’acquisto di un immobile per un Centro intergenerazionale

Il bilancio comunale del Comune di Ancarano per il 2022 prevede entrate per l’ammontare di 23.117.218,45 euro. La quota maggiore delle entrate pianificate è rappresentata dalle entrate provenienti da capitale, che rappresentano il 56,33% delle entrate totali, seguite dalle entrate tributarie che rappresentano il 21,73% di tutte le entrate pianificate e le entrate extratributarie rappresentano il 16,58% di tutte le entrate. Il bilancio di previsione per il 2022 prevede spese per l’ammontare di 31.133.918,45 euro, con le corrispettive entrate del 2022 e dai fondi non utilizzati sui conti (risparmi degli anni precedenti) per un importo stimato di 8.016.700,00 euro (avanzo di bilancio). Poiché il Comune di Ancarano non utilizzerà tutte le entrate nel 2021, per il 2022 prevede spese superiori alle entrate. Insieme al bilancio, è stato adottato il piano annuale di gestione del patrimonio reale e finanziario del Comune di Ancarano per il 2022.

Dei 31 milioni di euro previsti dal bilancio, circa 13,4 milioni verranno destinati all’armonizzazione finanziaria della pianificazione territoriale tra il Comune di Ancarano e la Repubblica di Slovenia, circa 10,3 milioni per le spese di investimento e trasferimenti, mentre per il piano operativo del comune nel 2022 sono previsti 7,3 milioni di euro. Il programma di scambio di beni immobili tra Comune e Stato, coordinati dal Piano regolatore comunale (PRC) e il Piano regolatore nazionale per il porto (PRN), è molto impegnativo in termini d’investimenti. Il programma di armonizzazione della pianificazione territoriale prevede lo scambio di beni immobili necessari al comune per il suo sviluppo, con beni immobili necessari allo Stato o suoi ministeri competenti. Uno di questi è l’accordo sullo scambio del lotto di proprietà del comune che si trova vicino la caserma, dove lo stato (MORS) con il proprio PRN prevede di sviluppare attività di difesa, invece il lotto a Santa Caterina di proprietà dello stato, del quale il comune ha bisogno per la sistemazione del Parco sportivo e ricreativo Santa  Caterina. 

Nel 2022, il Comune di Ancarano continuerà ad attuare il programma di lavoro previsto, concentrandosi intensivamente sugli investimenti. Dopo aver ultimato alcuni ampi progetti di sviluppo, sono in corso i primi grandi investimenti, tra cui il cimitero, il sentiero costiero tra il centro abitato e Santa   Caterina, la sistemazione della rotatoria tra Strada della Ferrovia e Strada dell’Adriatico, la ricostruzione della Strada della Ferrovia, la ristrutturazione del muro di contenimento lungo la Strada dell’Adriatico vicino al Parco memoriale, il rifacimento del manto stradale di Via Srebrnič e Via Regent, la sistemazione di nuovi parcheggi nel centro dell’abitato e in Via Bevk, le infrastrutture comunali per la zona Dolge njive, la costruzione della rete fognaria mancante per il drenaggio delle acque reflue ...  

Il Consiglio comunale ha preso atto della documentazione di investimento per il Programma d’investimento (IP) per il progetto Cimitero di Ancarano, in base al quale possono essere avviate le procedure per la pubblicazione dell’appalto per la costruzione e l’appalto per la supervisione ai sensi della Legge sull'edilizia. Successivamente, il Consiglio Comunale ha preso atto dell’iniziativa della Comunità autogestita della nazionalità Italiana (CAN) Ancarano per l’acquisto di un immobile che fungerà da sede della comunità italiana.  

Maggiori informazioni nel comunicato stampa.