La discarica di rifiuti lascia Ancarano

Il Consiglio comunale del Comune di Ancarano, nella sua 17a seduta ordinaria, ha approvato all’unanimità l’Accordo sulla regolamentazione dei servizi pubblici congiunti, che prevede, tra l’altro, il trasferimento del Centro per la raccolta e lo smistamento dei rifiuti di Sermino in una ubicazione al

Centro di raccolta Sermino all'ingresso di Ancarano (foto: Comune di Ancarano)

I sindaci del Comune di Ancarano e del Comune Città di Capodistria hanno concordato che l’impianto centrale di trattamento delle acque reflue resterà nella zona esistente, mentre il centro di raccolta e smistamento dei rifiuti di Sermino verrà trasferito fuori dal Comune di Ancarano.

Il punto più importante della 17a seduta riguarda appunto l’accordo tra i sindaci del Comune Città di Capodistria e il Comune di Ancarano, con il quale i comuni hanno deciso di continuare a svolgere insieme il servizio pubblico di depurazione delle acque reflue comunali. L’impianto centrale di trattamento delle acque reflue di Capodistria (CČN Koper), è a servizio del Comune Città di Capodistria, il Comune di Ancarano e il Comune di Isola e rimane nella zona esistente nell’area di Ancarano, dando anche la possibilità di ampliare l'impianto in futuro. 

Entrambi i comuni e anche la direzione dell’azienda pubblica Marjetica Koper hanno riscontrato che l’infrastruttura di servizi pubblici relativi alla gestione dei rifiuti (centro di raccolta rifiuti) si trova attualmente a Sermino in una posizione del tutto inadatta. Il centro raccolta, dopo la tanto attesa chiusura della discarica di Dvori a Sv. Anton nel 2009, e’ stato trasferito, contro la volontà degli abitanti di Ancarano, decisione presa dal Comune Città di Capodistria, allora guidato dal sindaco Boris Popovič. Il centro di raccolta Sermino manca di spazio, e si trova tra la zona idrica ovvero il canale di scarico delle acque e la zona doganale del porto, proprio accanto al nuovo ingresso alla Luka Koper s.p.a. La raccolta e la differenziazione dei rifiuti a Sermino viene tuttora effettuata all’aperto, con tecnologie obsolete, in condizioni meteorologiche avverse, e oltre all’aspetto poco attraente lungo la strada principale di collegamento tra Ancarano e Capodistria, ha anche effetti negativi sull'ambiente e sulla salute pubblica. Pertanto, i comuni hanno concordato di spostare l’infrastruttura per la raccolta e la gestione dei rifiuti per le esigenze degli abitanti di Capodistria e Ancarano in una nuova posizione, al di fuori dell’area del comune di Ancarano e di spostare l’esistente Centro di raccolta dei rifiuti Sermino da Ancarano.

Il sindaco Gregor Strmčnik ha espresso la sua soddisfazione per il trasferimento della discarica da Ancarano nella seguente dichiarazione:
“La decisione dell’ex sindaco di Capodistria, Boris Popovič di chudere la discarica di Sv. Anton è stata corretta. Il trasferimento della discarica di Capodistria nella città turistica di Ancarano invece fu un’altra azione per peggiorare le condizioni di vita ad Ancarano e per punire i cittadini di Ancarano per aver deciso di intraprendere la strada dell’indipendenza.     Sono lieto che la nuova direzione di Capodistria abbia ascoltato le argomentazioni di Ancarano e dei professionisti del settore decidendo di spostare il centro raccolta rifiuti.     La discarica di Popovič lascia Ancarano".

I contenuti della 17a seduta del Consiglio Comunale del Comune di Ancarano sono disponibili nel comunicato stampa “La discarica di rifiuti lascia Ancarano"